IL CONCETTO DI “SIPPE”

Noi Odhinsönner siamo prima di tutto una SIPPE, ossia un clan: come tutti i clan ha dunque una propria gerarchia interna, e questa serve esclusivamente a garantire quel minimo di ordine e di rispetto delle regole e delle persone necessario a permettere una coesistenza pacifica tra individui adulti e senzienti, presumibilmente dotati di intelletto e senso civico sufficienti a comprendere almeno le regole base di buona educazione.

Proprio al fine di garantire questa condizione di serena convivenza, si è deciso assumere una serie di regole scritte, che non sono “statutarie” ma devono essere rispettate da tutti, e di imporre un anno di prova agli aspiranti soci. Durante tale anno, oltre a poter valutare l’effettiva compatibilità caratteriale tra i soci già ammessi in via definitiva ed il socio in prova, si permette a quest’ultimo di affrontare alcune esperienze e mettersi assieme un costume storico filologicamente corretto, adatto a svolgere l’attività, anche tenendo conto delle sue oggettive possibilità economiche. Proprio per facilitare quest’ultimo scopo, sono stati stretti accordi commerciali con diversi artigiani che da anni riforniscono sia l’associazione che i suoi singoli soci a prezzi molto convenienti. Nel corso del periodo di prova, l’aspirante socio NON HA diritto di voto alle riunioni, poiché non è ancora abbastanza formato da poter esprimere un parere in materia attinente le attività di rievocazione storica da noi svolte.

Una volta divenuti soci ordinari, si entra di fatto a far parte a tutti gli effetti del clan: qualsiasi attività si sia scelto di svolgere (civile, militare o spirituale) essa viene valorizzata al massimo, e si è a tutti gli effetti riconosciuti nel proprio ruolo, qualsiasi esso sia, il che vuol dire diventare di fatto parte di una famiglia, dove vige un autentico spirito di fratellanza. Non che venga meno la gerarchia, ma si comprende a fondo la vera importanza del proprio ruolo, ed il rispetto con cui esso viene trattato da tutti gli altri soci del gruppo. Ci piace paragonare, in tal senso, il nostro clan ad un branco di lupi, non nel senso negativo che viene spesso attribuito impropriamente a questa immagine, ma proprio per rispetto a questa forma di società primordiale esistente in natura, dove tutti sono ugualmente importanti, qualsiasi sia il ruolo che ricoprono, e tutti obbediscono alle stesse regole, sapendo di poter contare gli uni su tutti gli altri in caso di bisogno. Ed è proprio così che ci piace essere: una famiglia fuori da quella naturale, dove ogni socio si possa sempre sentire a casa e sappia di potersi fidare ciecamente di chi lo circonda, consapevole che quando avrà bisogno di aiuto, tutti parteciperanno nei limiti delle loro possibilità a dare il loro aiuto, senza che nessuno giudichi o si senta giudicato, ma solo e semplicemente accettato e benvoluto, esattamente per ciò che è.

 19096130_1494838950590253_363520652_o

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: